giovedì 8 dicembre 2011

Polenta con sugo di spuntature e salsicce laziale

una preparazione  classica e decisamente buonissima, il top per un pranzo in inverno, nei giorni più freddi o magari nevosi
un piatto che non può mancare, non è particoarmente difficoltoso e a costo contenuto, vi occorre solo tempo
anticamente, quando ci si riuniva tra amici o parenti, la polenta veniva servita sulla spianatora, con sopra il sugo e una salsiccia al centro, facendo a gara per arrivare a mangiare la salsiccia, lasciando le spuntature e le restanti salsicce come secondo, cosa che si usava anche in altre regioni causa la carestia, e la polenta sazia velocemente.......
da notare inoltre la stretta analogia con un altro piatto della tradizione lombarda, la casoela (che trovate qui) nato nella stessa epoca ma preparato con le verze, verdura di facile coltivazione in quelle zone visto il diverso clima e a base di parti meno nobili  del maiale .. 
se vi rimane del sugo ottimo naturalmente per condirci degli spaghetti ;)

Polenta con sugo di spuntature e salsicce laziale

Polenta con sugo di spuntature e salsicce laziale


Ingredienti:
per la polenta vedi qui

Per il sugo:
5 salsicce,
5 spuntature di maiale (costine),
1 carota,
1 cipolla,
1 spicchio di aglio,
1 costa di sedano,
olio evo,
1 kg pomodori pelati (oppure una passata e un barattolo di pezzettini),
1 bicchiere di vino bianco,
un pizzico di zucchero,
sale e pepe (o peperoncino a piacere),
parmigiano o pecorino,
spolverata di prezzemolo a piacere

Polenta con sugo di spuntature e salsicce laziale

Polenta con sugo di spuntature e salsicce laziale



procediamo
scottate a freddo le costine in poco olio fino a doratura (ricordate che la carne di maiale non va mai iniziata da una base calda  per non comprometterne la morbidezza)
aggiungete un battuto di sedano, carota e cipolla e fate saltare il tutto a fiamma vivace
sfumate con vino bianco e lasciate evaporare
Versate il pomodoro, 500 ml di acqua, un pizzico di zucchero, aggiustate di sale e pepe e
coprite con un coperchio lasciando solo uno spiraglio, fate cuocere a fiamma bassa per almeno 2 ore;  controllate che la carne sia tenera e cotta al punto giusto, lo vedrete quando la carne comincerà a staccarsi  dalle ossa, 
a circa 30 minuti alla fine della cottura del sugo, aggiungete i cotechini e continuate la cottura 
versate la polenta nei piatti (nei scifetti in legno o sulla spianatoia) e condite con il sugo, la carne, una salsiccia e una spuntatura a testa, spolverate abbondantemente il tutto con pecorino o parmigiano grattugiato a piacere
nota
una variante nordica di questa ricetta è sicuramente quella cotta coi funghi (vedi qui)
piatto che deve la buon riuscita molto dalle materie prime che usate, affidatevi al vostro salumiere

Polenta con sugo di spuntature e salsicce laziale

Polenta con sugo di spuntature e salsicce laziale


15 commenti:

  1. Con questo sugo ricco l'omo di casa ci andrebbe a nozze :)

    RispondiElimina
  2. ottima ricetta ho gia' fameeeeee un assaggino lo farei buona giornata

    RispondiElimina
  3. Uuuuuuuu...questo è il mio cavallo di battaglia per le cene rustiche, mi chiedono questo sugo anche in agosto e di solito lo mangiamo con i paccheri...in inverno però lapolenta è d'obbligo!

    RispondiElimina
  4. Sai che anche qui da noi in Emilia si fa così?? Io sono di Bologna e mia nonna condiva la polenta proprio con la salsiccia e le spuntature di maiale!

    RispondiElimina
  5. Bella rustica e gustosissima. Perfetta per una fredda giornata invernale. Grazie, Babi

    RispondiElimina
  6. Sapete cosa vi dico io....domani preparo questo sugo per un' ottima polenta

    RispondiElimina
  7. provala che poi ci fai sapere ^^ e se ti firmi sarà un piacere^^

    RispondiElimina
  8. CIAO BLU NOTTE!! DOMENICA 5 FEB HO A PRANZO 6 BUON GUSTAI DELLA CUCINA, SE PASSA CON LORO QUESTA RICETTA ALLORA è VERAMENTE OK.TI FARò SAPERE. cIAO

    RispondiElimina
  9. Raffaele sei un mito.... aspetto con ansia..... ^^

    RispondiElimina
  10. Ciao blu...ho preparato il sugo seguendo questa ricetta.Risultato un capolavoro,OTTIMA. Sugo buonissimo, la farina l'ho mischiata metà bramata (grana grande)e meta fioretto (grana fina). Anche il formaggio l'ho mischiato metà parmigiano e metà pecorino.Ho ricevuto i complimenti :-). Ciao

    RispondiElimina
  11. Raffaele siamo davvero felici... la polenta, se hai letto il post dedicato a lei, è una cosa soggettiva, io uso la bramata e la prendo al mulino, ma dipende dai gusti.,... grazie per averci tenuto al corrente e torna a trovarci...

    RispondiElimina
  12. La preparo per questa sera, piano piano a fuoco lento con la polenta... Vi dirò che ne pensano i miei amici "magnoni"! Ciao

    RispondiElimina
  13. La preparo per questa sera con la polenta, comincio ora cosi la faccio lentamente.
    Vediamo se accontento i miei amici "magnoni"!

    RispondiElimina
  14. provala anche con la versione coi cotechini e funghi.... segui bene le indicazioni per la polenta...... e poi raccontaci ^^

    RispondiElimina
  15. VIANELLA ..mmm la dieta...

    RispondiElimina